#PilloleDiMessico- Il cacao

Il THEOBROMA cacao, dal nome che gli conferì Linneo nella prima metà del Settecento, pianta che cresce e fruttifica solo in zone tropicali, è strettamente connessa con la storia delle antiche popolazioni Maya e Azteca. Di grande valore è senza dubbio il legame con la sfera divina. Nella credenza maya e azteca il cacao fa parte del processo della creazione; l’uomo nascerebbe infatti da un amalgama di mais e cacao. La stessa divinità del mais era associata al cacao, pianta nella quale si trasformava durante la sua rinascita, come narrato nelle vicende che gli appartengono raccolte nel Popol Vuh, importante libro sacro della tradizione maya quiché. Il cacao veniva utilizzato in riti religiosi e rappresentato come simbolo del sangue, legame sentito come universale in tutta la Mesoamerica. Gli Aztechi erano soliti offrire cacao alle vittime sacrificali prima della cerimonia e ai guerrieri quando ammessi agli ordini nobiliari del giaguaro e dell’aquila, come simbolo di sangue umano. Per i Maya il cacao rappresentava una sacra offerta agli dei, combinata con il sangue derivato dai rituali di autodissanguamento. Svolse, inoltre, la funzione di rilevante parametro del commercio poiché fu utilizzato come merce di scambio per lungo tempo in tutta la Mesoamerica e rappresentò una parte fondamentale dell’equipaggiamento del defunto per il suo viaggio nell’oltretomba.
Da non tralasciare il ruolo di legante sociale espresso attraverso banchetti, in occasioni di vittorie in guerra, matrimoni, successioni al trono; il punto focale di un sistema elitario basato sul convivio e corrispettivo dono di beni di lusso tra sovrani sia come simbolo di status che con la funzionalità di cementare alleanze o alimentare propagande, processo che ebbe un grande impatto economico e sociale legando produttori e consumatori attraverso una fitta rete di alleanze.

Pubblicato da Francesca Scarioli

Mi chiamo Francesca e sono un’archeologa specializzata in arte azteca presso l’Università di Bologna. Alas Para Volar è la mia casa, dove condivido con il mondo la mia passione per la cultura messicana, nell’intento di poterla diffondere soprattutto in Italia, dove spesso poco si conosce di questo meraviglioso paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: