Pedro Larez, il fumettista delle divinità mexica.

Nel firmamento degli astri nascenti del mondo del comic c’è un artista speciale, dotato di un enorme talento, fantasia e grande umiltà che sicuramente lo condurranno molto lontano: Pedro Larez!  🙂

Pedro Ramirez, meglio conosciuto con il suo nome d’arte di Pedro Larez, è riuscito a coniugare la cultura messicana e il mondo dei fumetti con grande genialità. Protagonisti delle sue strisce sono infatti le divinità azteche e il popolo mexica in un mix tra storia antica e problemi della società contemporanea.

Per conoscerlo meglio abbiamo dato luogo a questa breve intervista, affinché anche in Italia possa diventare un volto noto del web  😀

Ecco una carrellata delle sue vignette e la nostra chiacchierata:

Questo slideshow richiede JavaScript.

APV: Da dove nascono la tua arte e la tua passione per il disegno?

PL: Da quando ne ho memoria  il disegno è una parte di me, mi è sempre piaciuto plasmare le mie idee in grafica. Quando ero alle superiori mi dedicai ad affinare un po’ di più le mie abilità, conobbi altre persone con la stessa passione che mi diedero buoni consigli. Fino ad oggi la passione per ciò che faccio cresce sempre di più e sono sicuro che continuerò per il resto della mia vita.

APV: Perchè hai scelto le divinità mexica come protagoniste dei tuoi fumetti?

PL: Credo che da messicano quale sono la cultura prehispanica è quella che definisce la mia identità e io la plasmo con il mio personale punto di vista. L’idea di continuare con le illustrazioni sugli dei mexica è stata in parte idea mia, in parte del pubblico che segue il mio lavoro, vedendo il riscontro positivo delle persone rispetto alle divinità e ai personaggi dell’antico Messico e da lì decisi di proseguire con questo lavoro. Non lo faccio per un compenso ma perché amo ciò che faccio.

APV: Ci sono pubblicazioni cartacee dei tuoi fumetti o comunque stai pensando di produrne?

PL: Si, ne esistono alcune però al momento in numero limitato. Penso di espandermi e di produrre maggiore materiale stampato in modo che tutti possano avere la possibilità di apprezzare quello che faccio, sarebbe un onore per me se la gente fosse interessata al mio lavoro.

APV: Quali prospettive vedi per il tuo lavoro in futuro? Cosa ti piacerebbe fare nella tua carriera?

PL: Per il momento ho in programma una futura pubblicazione del mio lavoro, didattico e di intrattenimento; ci sto già lavorando e se tutto avrà un buon esito, come pianificato, per la fine dell’anno dovrebbe già esserci qualcosa di pronto. Mi piacerebbe molto realizzare in futuro un videogioco nel quale la gente possa apprendere di più sulla cultura prehispanica del mio paese.

APV: Parlando del tema del blog, cosa conosci di Frida Kahlo? Credi che la sua storia e la sua arte possano rappresentare una vera ispirazione per i messicani o è solo sopravvalutata? 

PL: Personalmente non è una delle mie artista preferite ma senza dubbio credo che sia di grande influenza per il Messico e per il mondo per l’immagine che trasmette, la personalità, il carisma, così come per l’identità messicana. Sarò sincero, dal punto di vista artistico alcune opere mancano di tecnica, la gente generalizza la sua arte ed è solita sopravvalutarla. Una situazione simile è quella che accade con Salvador Dalì, nei suoi ultimi anni era sufficiente che realizzasse un paio di linee con della pittura e immediatamente tutto si convertiva in arte. Sento che non è così, l’arte richiede tecnica. Non che io li consideri negativamente ma ritengo si debba essere obiettivi al momento dell’analisi della loro arte.

APV: Cosa conosci dell’Italia e che messaggio ti piacerebbe indirizzare a tutti gli italiani che ancora non conoscono la tua arte?

PL: Quello che conosco dell’Italia deriva dalle fotografie, le riviste e principalmente dal web e posso dire che è un paese bellissimo. Uno dei miei propositi è poter un giorno visitare l’Italia, il Mediterraneo e godere della cucina tradizionale, è un sogno per me! Invito tutti ad accostarsi alla mia arte, anche se non tutti magari potranno cogliere i riferimenti, a causa della differenza culturale, però sarebbe davvero molto bello vedere l’interesse da parte di una popolazione straniera per la mia cultura in generale, poiché la considero ugualmente interessante come qualunque altra nel mondo.

Pedro ha inoltre dedicato al blog due bellissimi lavori!!

Ricordate il dipinto di Frida che abbiamo già preso in esame, dove, abbiamo detto, la pittrice fa esplicito riferimento alla divinità mexica madre di tutti gli dei Coatlique?

pizap.com14680772518951.jpg

Pedro ha voluto omaggiare il blog attraverso la resa di un incontro speciale.. 😀

13487407_1053637221389218_1883320018_n.png
Frida e Coatlique!

E…13515340_1053637084722565_172295857_n.png

 

Il mio alter ego in forma di fumetto!!! 😀

Che dire, una bellissima scoperta dal punto di vista artistico ma soprattutto umano!! Spero che questa nostra piccola collaborazione possa portargli un pizzico di fortuna e aprire il varco per l’interesse da parte di un vasto pubblico italiano!!

¡Suerte!

 

 

Qui potete trovare i link utili per apprezzare i lavori di questo artista:

Facebook- Pedro Larez Ilustrador

Devian art- Pedro Larez

 

Pubblicato da Francesca Scarioli

Mi chiamo Francesca e sono un’archeologa specializzata in arte azteca presso l’Università di Bologna. Alas Para Volar è la mia casa, dove condivido con il mondo la mia passione per la cultura messicana, nell’intento di poterla diffondere soprattutto in Italia, dove spesso poco si conosce di questo meraviglioso paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: