Frida e Diego, 86 anni di matrimonio e non sentirli!

Il 21 di agosto del 1929 Frida Kahlo e Diego Rivera erano pronti a unirsi in matrimonio (il primo!) : ventitré anni lei, venti in più lui.

31 Wedding Photo of Diego Rivera and Frida Kahlo 21 August 1929
Frida e Diego nel giorno delle nozze.

A distanza di 86 anni da quel giorno i coniugi Rivera continuano ad essere una delle coppie più famose e amate della storia dell’arte. 

 

L’amore tra Frida e Diego è figlio dell’arte e della rivoluzione. 

 

Negli anni ’20 del Novecento in Messico, grazie alla costituzione di un Ministero della pubblica istruzione e alla promozione dell’alfabetizzazione, il paese ritrova un nuovo slancio culturale che lo porta ad esplorare le proprie origini e con esse a ricercare un tipo di arte popolare e maggiormente indipendente dall’accademismo europeo. 

In questo periodo la pittrice si era appena ripresa dal tragico incidente del 1925 e, tornata alla vita normale e ripresi i contatti con vecchi compagni della Escuela Preparatoria, si era unita a tale gruppo di intellettuali; in particolare viene introdotta ad alcuni giovani comunisti che gravitano attorno alla figura di Julio Antonio Mella, comunista cubano in esilio in Messico, legato alla fotografa Tina Modotti. Ed è proprio grazie all’incontro con Tina che Frida conobbe il suo futuro marito, nel 1928. 

pizap.com14403702684551
Frida Kahlo, Diego Rivera e Tina Modotti, 1 maggio 1929.
4873383_sAdTa
Uno dei doppi ritratti più rappresentativi dell’evento, forse ma non certamente legato ad una foto della giornata, è quello dal titolo Frieda Kahlo e Diego Rivera, del 1931.
kahlo_frieda_and_diego_1931
Frieda Kahlo e Diego Rivera, 1931.

Il dipinto, realizzato durante il periodo trascorso in America, era stato dedicato ad Albert Bender, che era riuscito a procurare a Rivera un permesso di soggiorno inizialmente negatogli per le idee comuniste. Frida, che in questo momento si riferisce a se stessa con il nome in forma tedesca, si raffigura come una giovane sposa, remissiva e in prospettiva di minor importanza rispetto alla figura del grande maestro Rivera. La figura è effettivamente resa di dimensioni minori mentre sembra librarsi in aria, a differenza di Diego con i piedi ben piantati al suolo. A marcare ulteriormente quanto essa sia posta in secondo piano vi è la tavolozza posta in mano al marito, che lo connota a tutti gli effetti come il grande artista. Come sempre, tuttavia, non è solo quello che si vede l’unica chiave di lettura. Le vesti di Frida sono, infatti, un chiaro riferimento al mondo religioso azteco. La collana che porta al collo, così come il colore del rebozo e della gonna, sembrano ricondurre alla leggenda della divinità Coatlique, la quale portava una gonna di serpi verdi e un corpetto costituito dai cuori sanguinanti delle sue vittime. La dea che elargisce e prende la vita ad ogni cosa sembra voler sottolineare il ruolo di moglie fedele dell’artista. 

All’anno precedente risale invece il bozzetto preparatorio per il dipinto ad olio, dove già le intenzioni della pittrice cominciano a prendere forma.

images
Bozzetto preparatorio per Frieda Kahlo e Diego Rivera, 1930.

Le vicende che segnarono gli anni condivisi dai due artisti sono disparate. La continua e inguaribile infedeltà del marito portarono Frida a numerosi alti e bassi, pur facendo di Diego il centro di tutta la sua vita, di tutto il suo amore, così come le pene di amore sfondo di tantissime delle sue opere. Dopo  la relazione di Diego con sua sorella Cristina e il divorzio, i due si sposano nuovamente l’8 dicembre del 1940 e tornano ad abitare nella Casa Azul di Coyoacan, da sempre casa della famiglia Kahlo. Le condizioni di salute della pittrice, tuttavia, fecero si che questa ritrovata unione tra i due si protraesse per pochi anni. 

Furono queste le parole in ricordo di Frida da parte di Diego, che le sopravvisse:

Me di cuenta demasiado tarde de que la parte más maravillosa de mi vida habia sido mi amor por Frida.

 (= Mi sono reso conto troppo tardi che la parte più bella della mia vita è stato il mio amore per Frida). 

 

L’amore che vince sul tempo e sulla morte. Ottantasei anni di matrimonio e non sentirli.

 

Pubblicato da Francesca Scarioli

Mi chiamo Francesca e sono un’archeologa specializzata in arte azteca presso l’Università di Bologna. Alas Para Volar è la mia casa, dove condivido con il mondo la mia passione per la cultura messicana, nell’intento di poterla diffondere soprattutto in Italia, dove spesso poco si conosce di questo meraviglioso paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: